forni da pizza elettrici

forniture per ristorazione

forni da pizza elettrici

Con la pizza, Napoli ha fatto scuola nel mondo basandosi su due ingredienti non certo autoctoni: la mozzarella e il pomodoro.


La prima fu opera dei Longobardi, che dopo la caduta dell’impero romano introdussero la bufala in Lazio e in Campania (e proprio dal latte di bufala ebbe origine la mozzarella).
Il secondo fu importato dal Perù in Europa dai colonizzatori Spagnoli.

 

Dopo le iniziali diffidenze, il pomodoro fece il suo ingresso trionfale nella cucina italiana e in particolare quella napoletana.

La prima pizza era quella alla marinara, pomodoro olio aglio e origano.
La margherita fu creata nel 1889 in occasione della visita dei Savoia a Napoli, e piacque tanto alla regina che fu concesso al pizzaiolo Raffaele Esposito di dare il suo augusto nome a quella specialità ricca di formaggio filante.

Di lì in poi, è stato un trionfo planetario: si può mangiare la pizza da New York a Pechino, da Sydney a Mosca.
Certo, magari non sarà la pizza sottile col “cornicione” croccante della tradizione partenopea ma quella alta e un po’ gommosa che piace agli Americani, potrà arricchirsi d’ingredienti d’ogni genere (salumi, sottaceti, verdure, formaggi, persino frutta!)… ma è pur sempre pizza, e ogni volta regala un tuffo al cuore e un filo d’acquolina in bocca.
Ora che il mito del forno a legna è stato finalmente ridimensionato e che grazie ai forni elettrici a pietra lavica il rischio della pizza bruciacchiata è praticamente azzerato, anche i pizzaioli meno esperti riescono a servire una buona pizza fumante e appetitosa.
Scoprite tutte le tipologie di forni elettrici per pizza prodotti dall'azienda, si propongono forni professionali di elevata qualità: per visionare i prodotti commercializzata dalla Cb Srl, non esitate a consultare la vetrina.

Share by: